I 10 Trend dell’industria automobilistica 2021 secondo Forbes

CERCHI UN FORNITORE AFFIDABILE E PREZZI COMPETITIVI PER SPEDIRE AUTO?

Il portale per concessionarie e rivenditori di veicoli che garantisce trasportatori certificati, i prezzi più competitivi e consegne a domicilio anche di auto singole in tutta Italia.
SCOPRI KARRYCAR

Quali sono i trend dell’automotive per il 2021? Quali novità interesseranno il settore dell’industria automobilistica dopo il difficile 2020? In questo articolo vediamo insieme il punto di vista di Forbes sull’argomento. Parole chiave: digitale, green, usato, salute, innovazione e auto elettriche.

Case Automobilistiche digitali

Ogni casa automobilistica dovrà reinventarsi come azienda digitale. Non c’è davvero scelta poiché più concorrenti guidati dalla tecnologia entrano in azione con auto elettriche, connesse e autonome, più le aziende tradizionali diventano obsolete.

Il computer sostituirà gli showroom

Un’altra protagonista del 2021, secondo Forbes, sarà la vendita di auto online. La pandemia ha insegnato ai consumatori quanto sia semplice e conveniente acquistare tutto online, è dunque il momento di farlo anche per articoli di grandi dimensioni come le automobili. Grande attrattiva è data dal risparmio generato dall’abbandono degli showroom che permetterà di proporre prezzi più competitivi e di investire su nuove strategie di marketing, anche attraverso l’utilizzo di influencer per raccogliere più test drive.

Le auto connesse faranno di più, molto di più

Le piattaforme Internet of Things (IoT) per auto connesse aumenteranno quest’anno.

I marketplace in-car consentiranno di concederci qualche piacere dalla comodità di un’auto, mentre le funzionalità on-demand miglioreranno la comodità, il comfort, la multimedialità, le prestazioni e la sicurezza del veicolo. Insieme, trasformeranno totalmente l’esperienza dell’utente e allargheranno i confini della personalizzazione.

Aumento dei modelli di utilizzo dei veicoli basati su abbonamenti (anziché proprietà)

Si fanno largo modalità come noleggio, car sharing e servizi di abbonamento, questa crescita è stata favorita anche dalle norme di distanziamento sociale che hanno portato le persone a preferire i mezzi privati a quelli pubblici.

Più in generale, in Europa è chiara la preferenza verso i servizi di noleggio a lungo termine. Una tendenza che si andrà a rafforzare nei prossimi anni, insieme ad altre forme di mobilità come i servizi pay per use e car subscription. Questi ultimi continuano a guadagnare quote di mercato per la semplicità e flessibilità d’uso: non è infatti necessario sottoscrivere un contratto vincolante per lunghi periodi, ma consente l’utilizzo del veicolo solo quando c’è effettiva necessità.

Le case automobilistiche dovranno mettere in atto un modello di business che non solo copra le nuove esigenze del mercato, ma che offra inoltre varianti di prezzo che rendano i servizi accessibili a tutti.

Crescita dell’usato

Si prevede un boom nella vendita di auto usate nel 2021, favorito dall’aumento di attrattiva dell’acquisto online di tali auto. Si prevede anche un aumento della domanda di veicoli elettrici ed ibridi usati.

Aumento delle vendite di auto compatte

Tendenza favorita sempre dal desiderio di mobilità privata provocato dal Covid-19. In paesi come la Germania, i sussidi governativi e gli incentivi offerti per il recupero dalla pandemia favoriranno la vendita di veicoli elettrici e ibridi.

Il rosa sarà il nuovo verde

L’aumento dell’inquinamento atmosferico, l’invecchiamento della popolazione, l’aumento degli incidenti stradali e la pandemia metteranno in risalto l’importanza della salute, del benessere e del benessere nelle auto.

Le case automobilistiche che finora si sono concentrate su programmi green guarderanno alle tecnologie di connettività avanzate per mantenere gli occupanti dei veicoli nel rosa della salute. Dalle funzionalità che rilevano se hai bevuto troppo, che purificano l’aria all’interno del veicolo e che analizzano l’inquinamento in tempo reale ai sedili massaggianti; ogni parte dell’auto sarà rivisitata nell’ottica di mantenere gli occupanti del veicolo sani e salvi. Ci si aspetta che il numero di veicoli connessi e con tali caratteristiche aumenti a un tasso di crescita annuale del 25% tra il 2019 e il 2025.

Economia circolare e innovazione a zero

I veicoli fuori uso diventeranno il punto di partenza per abbracciare l’idea di riutilizzo e di riciclo. L’industria automobilistica concentrerà i suoi sforzi sulla creazione di auto sostenibili che in ogni fase, anche in quelle iniziali, presterà attenzione a ridurre i rifiuti generati.

“Innovare a zero” sarà un obiettivo verso il quale le aziende automobilistiche continueranno a lavorare, trovando nuovi modi interessanti per raggiungere quella cifra magica dello zero, sia in termini di zero vittime delle auto che di auto a zero emissioni.

I veicoli elettrici avranno le loro piattaforme dedicate

I veicoli elettrici (EV) continueranno ad essere lanciati in grandi numeri. Le case automobilistiche desiderose di accaparrarsi una fetta dell’enorme mercato di questo tipo di veicoli punteranno su economie di scala costruendo architetture di piattaforme EV dedicate modulari e scalabili.

Una battaglia elettrizzante si surriscalda

La battaglia tra veicoli elettrici a celle a combustibile (FCEV) e veicoli elettrici a batterie BEV diventerà sempre più intensa.

CERCHI UN FORNITORE AFFIDABILE E PREZZI COMPETITIVI PER SPEDIRE AUTO?