Privato o concessionario per acquistare la tua moto?

Vuoi spedire la tua moto,
il tuo motorino o il tuo scooter?


Affidati a Karryco: facile, conveniente e sicuro.
RICHIEDI PREVENTIVI GRATUITI

L’acquisto di una moto è sempre un momento importante, pieno di incertezze e di dubbi.

L’obiettivo è quello di entrare in possesso del veicolo che ci piace, trovarlo in buone condizioni, che non dia problemi, e che possibilmente si possa ottenere a buon prezzo.

Le principali modalità di acquisto moto sono due: rivolgersi a un concessionario o intraprendere una trattativa con un privato. Entrambe queste vie hanno caratteristiche peculiari, e si adattano a diversi casi, secondo le differenti esigenze di chi acquista.

In questa guida vedrai quali sono le tipicità di queste due forme e potrai capire qual è quella che più fa al caso tuo.

Acquistare una moto concessionario

La via tradizionale-istituzionale per comprare una moto è ovviamente quella di recarsi da un concessionario. Una volta scelto il modello che si desidera (o almeno la marca) si va dal concessionario specializzato e ci si fa un’idea di prima mano, osservando le motociclette e chiedendo di effettuare un test drive per sperimentare direttamente le sensazioni che ci da il veicolo, la facilità di utilizzo e il comfort, i suoi pregi e difetti.

Vantaggi e svantaggi di comprare motocicletta in concessionario

Scegliere di acquistare una motocicletta in un concessionario assicura alcuni importanti vantaggi:

  • varietà di scelta: il catalogo di modelli è in genere molto esteso, e offre soluzioni per tutte le esigenze
  • stato dei veicoli: nel caso di moto appena uscite dalla fabbrica, le condizioni delle due ruote sono ottimali e nella maggior parte dei casi si minimizza l’insorgenza di problemi meccanici o strutturali nei primi anni
  • assicurazione: i veicoli nuovi sono dotati i garanzia di 24 mesi, e i concessionari forniscono anche assistenza tecnica e di riparazione
  • burocrazia: l’ufficio del concessionario si occuperà delle incombenze relative ai documenti, sollevando l’acquirente dal fastidio di entrare nelle paludi burocratiche

Il principale elemento a sfavore è invece il prezzo: il mezzo nuovo, la garanzia sui guasti, nonché l’assistenza sulle documentazioni necessarie hanno un costo, a volte aumentato ulteriormente dalle capacità strategiche dei venditore che propongono la sottoscrizione di servizi aggiuntivi.

Comprare moto usate in concessionario

Nei concessionari è possibile anche comprare veicoli di seconda mano, disponibili in seguito a permute eseguite da altri clienti.

In questo caso è ancora valido l’aspetto positivo determinato dalla presenza di una garanzia (in genere però solo di 12 mesi). A questo proposito è utile sottolineare che eventuali clausole visto e piaciuto che sollevano l’azienda dall’obbligo di garanzia sono nulle e non eliminano il diritto dell’acquirente.

I concessionari hanno tutto l’interesse a vendere veicoli senza ingenti problemi strutturali e meccanici: eseguono quindi un controllo preventivo generale e propongono moto in buono stato: il rischio più frequente è l’alterazione del contachilometri, effettuata per ringiovanire il mezzo. A questo proposito il più delle volte è sufficiente prestare attenzione al libretto di manutenzione per scoprire eventuali manomissioni.

I costi restano abbastanza elevati, in quanto la struttura di impresa richiede l’ammortizzamento dei costi fissi e quindi concede meno spazio di contrattazione sul prezzo della transazione.

Moto acquisto da privati

L’alternativa al concessionario è la trattativa diretta con un soggetto privato che vuole vendere la propria moto privato.

Pregi e difetti della transazione privata di motociclette

Con questa modalità emergono tendenzialmente alcuni elementi che possono costituire uno svantaggio:

  • minor possibilità di scelta e varietà dei modelli (che però è minimizzato dal ricorso a servizi di compravendita online)
  • meno garanzie: infatti il privato non è vincolato a fornire tutela all’acquirente per problemi che possono insorgere al veicolo (a esclusione di problematiche non derivanti dall’usura ordinaria celate dolosamente al momento del passaggio di proprietà). A questo problema si può ovviare sottoscrivendo assicurazioni indipendenti
  • maggior rischio di truffe (veicoli non esistenti, motociclette sottoposte a vincoli e blocchi amministrativi, ecc)
  • necessità di occuparsi personalmente delle formalità burocratiche (o di affidarsi a un’agenzia con costi ulteriori)
  • la maggior parte dei casi di transazione tra privati non consente la permuta, quindi è necessario (se presente) vendere con un’altra transazione il veicolo, oppure occuparsi personalmente del suo smaltimento

Il principale vantaggio che l’acquisto di una moto da privati consente è quello relativo al costo: il vendidore può aver fretta o un forte desiderio di vendere e quindi essere più incline a trattare sul prezzo e a concedere qualche sconto (però per contro occorre pagare subito, o fare l’acquisto moto contanti, in quanto non è in genere possibile organizzare un finanziamento rateale).

Concessionario? Privato? Hai deciso e acquistato la tua moto?

Bene, congratulazioni per il tuo nuovo acquisto! Alcuni concessionari (non tutti) ti offrono il servizio di trasporto moto a domicilio. Nel caso invece in cui tu abbia comprato il mezzo da un privato, magari a qualche centinaio di chilometri da dove abiti, può essere che tu abbia bisogno di portarla fino a casa…

Chiedi un preventivo su Karryco, specialista nello spedire moto in Italia ed Europa!

Investi cinque minuti del tuo tempo chiedendo un preventivo ai nostri trasportatori esperti e rigorosamente certificati che si prenderanno a cuore il tuo mezzo, ospitandolo con cura nei loro camion e portandolo a destinazione dove vuoi tu con velocità e professionalità, facendoti risparmiare!

 

Trasporta la tua moto, il tuo motorino o il tuo scooter